Il nostro sito utilizza cookies per migliorare il funzionamento e per la statistica degli accessi ad esso. Cliccando sul pulsante "Accetto", o su qualsiasi altra area del sito dichiari di aver capito il messaggio di allerta e di accettare l'utilizzo dei cookies del nostro sito. Se vuoi saperne di più clicca il pulsante sulla Cookies Policy

Get Adobe Flash player
Ieri notte,tornata stanca morta dal battesimo di mia figlia, aprendo la
posta ho trovato una graditissima sorpresa:le foto del piccolo Teo
che ora si chiama Cane Piero alla vigilia del suo primo
compleanno!
E' già passato un anno da quando venendo al mondo ha incominciato il suo calvario a causa di gente senza scrupoli commerciante di cani che dopo il parto della cagnolona la lascia insieme ai suoi cuccioli in balia della dura legge della selezione naturale:chi è grosso mangia chi è piccino s'arrangia!
Piero era il più piccino e a partire dallo svezzamento(fatto a pane
lardo latte in polvere e trippa O_O) si stava lasciando morire.Pesava
UN CHILO E MEZZO A SESSANTA GIORNI!I miei cuccioli pesavano tutti più
di 5 kg alla stessa età(tanto per farvi rendere conto della tragica
situazione).
Grazie a due volontarie mie amiche del canile di Cassano Magnago(VA) Piero ha potuto
incontrare me.... ed il giorno dopo Teo-Piero era dalla mia veterinaria di fiducia
che guardandomi negli occhi me lo dava per spacciato!
Ha lottato tra la vita e la morte per 5 lunghi
giorni e 5 notti,solo in una fredda gabbia in unica compagnia di un pelouche con le sembianze di agnellino che la mia amica veterinaria gli aveva regalato come fosse uno dei suoi fratellini...:flebo,antibiotici,vermifughi...
Poi ho insistito per portarmelo a casa (La veterinaria non lo avrebbe lasciato
a chiunque ma di me ha fiducia...)
La mia seconda figlia non aveva neanche 2 mesi di vita ed io mi portavo a casa un
ragnetto di cane che mi avrebbe impegnato 24h su 24 e che era più morto che vivo.Naturalmente
avevo TUTTI contro tranne mio marito. A molti sono sembrata pazza. Due
bimbi a carico(Il mio primo figlio non andava ancora all'asilo) , 6 cani e adesso pure sto
topino che era più di là che di qua...
Ma io sono testona.
Ho strisciato quella carta di credito senza neanche far caso alle
cifre a due zeri che c'erano sulla ricevuta.
Teo aveva bisogno di molte medicine molte volte al gg. Mangiava ogni 2
ore(anche di notte) cibo speciale e costosissimo,non potevo tenerlo a
contatto con i miei cani perché non era vaccinato e si temeva la
coccidiosi(che invece avevamo debellato aaalè!!!)
Piano piano ha cominciato a metter su ciccia. Era anche più allegro e
giochicchiava con i miei bimbi.
D'improvviso,alla terza settimana il miracolo!Le mie cure avevano
avuto effetto e Teo poteva essere vaccinato.
Molte le famiglie che si sono fatte avanti ma pochissime quelle che
avevano ben chiare le responsabilità,i costi e i sacrifici che un
cucciolo del genere avrebbe comportato.
Pensa e ripensa pensa e ripensa mi viene in mente di contattare chi
avevo già conosciuto(sia telefonicamente sia via mail) perché
interessato all'acquisto di un MIO cucciolo.Mi sono detta:"Chi meglio
di una persona che so che ci tiene ad avere un basset e alla quale ho
fatto già l'interrogatorio di terzo grado??"
Allora ho contattato Desirée che voleva una femmina bianco arancio
della Buffy ed è tornata a casa con uno scricciolo tricolore hehehe.
Desirée e il suo fidanzato sono due persone speciali che si sono
precipitate a conoscere Teo e l'hanno visto davvero al peggio del
peggio(=aveva anche una lassità dei legamenti dovuta alle carenze
nutrizionali pregresse...era zoppo e fasciato!povero!) ma se ne sono
innamorati all'istante!
Ora vivono felici e Teo-Piero è diventato spettacolare! Ecco sono queste le storie a lieto fine che mi rendono orgogliosa e che mi riempono e mi scaldano il cuore!
Francesca

Suggerisci il sito su Facebook