Il nostro sito utilizza cookies per migliorare il funzionamento e per la statistica degli accessi ad esso. Cliccando sul pulsante "Accetto", o su qualsiasi altra area del sito dichiari di aver capito il messaggio di allerta e di accettare l'utilizzo dei cookies del nostro sito. Se vuoi saperne di più clicca il pulsante sulla Cookies Policy

Get Adobe Flash player

L'ATOPIA O DERMATITE ATOPICA - di Cesare Gilardi

Di Daniele Caporali in BASSETHOUND TOWN 


L'ATOPIA O DERMATITE ATOPICA.

Atopia canina o dermatite atopica è una ipersensibilità ereditaria da inalazione, ingestione e contatto verso allergeni esterni e costituisce circa il 10% dei disturbi cutanei nel cane. L’atopia è la reazione di ipersensibilità di tipo I : ciò significa che diversi allergeni sono in grado di attirare anticorpi specifici ( IgE e IgGd ). La reazione di questi anticorpi,fissati sulla superficie dei mastociti ( cellula che si trova nel tessuto connettivo e ha il compito d’intervenire nella genesi di reazioni allergiche, di ipersensibilità e anafilattiche), induce il rilascio di mediatori (è un meccanismo di difesa non specifico innato, che costituisce una risposta protettiva e reattiva all’attacco degli allergeni), responsabili della reazione infiammatoria. I mediatori più comuni sono enzimi proteolitici, istamina e leucotrieni.

L’età d’insorgenza della malattia è tra 1 e 3 anni nel 75% dei casi . Il Bassethound non è tra quelle razze con una predisposizione genetica. A seconda degli allergeni coinvolti l’atopia può manifestarsi in forma stagionale o annuale. Il 30% delle stagionali nel tempo si trasforma annuale.

La patologia si manifesta, nella maggior parte dei casi con prurito generalizzato e localizzato nei piedi e nel muso e porta il cane a grattarsi, leccarsi e strofinarsi in modo spasmodico creando spesso delle piaghe e ferite di origine meccanica. La dermatite che consegue da questa situazione inizia con un eritema, che può progredire con lichenificazione ( ispessimento della pelle con delle rappresentazioni molto assomiglianti ai licheni o alla pelle dell’elefante), croste, alopecia ed eccesso di grasso sulla cute ( piodermite secondaria seborroica). Le zone più colpite sono il muso, i piedi , le superfici estensorie e flessorie , l’inguine, sterno e addome . Altri sintomi possono comprendere : lacrimazione con arrossamento della congiuntiva, otite esterna e alterazione del colore del pelo a causa della decolorazione che provoca la saliva. Possono avvenire episodi d’intenso sternutamento. In una percentuale molto bassa (10%) può avvenire un’iperidrosi ( eccesso di sudorazione ) che nel cane si manifesta in una forte perdita di liquido sia dalla bocca che dai polpastrelli . ( ho visto cani che camminando lasciano le impronte sul pavimento)

Conclusione.

Questo tipo di patologia, non facile da riconoscersi, viene spesso confusa con dermatiti allergiche di altra origine spesso meno pericolose e importanti dell’atopia . Il test che determina con una % molto alta il riconoscimento è il skin test o l’esame computerizzato del pelo. Essendo io tecnico nutrizionista e non veterinario non sono nella condizione di consigliare cure che devono essere prescritte da uno specialista. Per ciò che mi riguarda ho trovato ottimi risultati attraverso un’alimentazione mirata, in un aumento delle difese immunitarie con un’integrazione specifica, somministrazione acidi grassi polinsaturi ( omega 3 e 6) e localmente applicazione di ioni d’argento.

Suggerisci il sito su Facebook